Respinto il ricorso per Cassazione di un magistrato che non astenendosi in una vicenda nella quale era delegato a provvedere sull'istanza di fallimento del Palermo Calcio, avanzata dalla Procura della Repubblica, avrebbe alterato il corretto svolgimento della procedura fallimentare.-