Magistrato condannato a 8 anni di reclusione.In tema di sanzioni disciplinari dei magistrati, l'art. 12, comma 5, del d.lgs. n. 109 del 2006 prevede tre diverse ipotesi, alternative tra di loro, ricorrendo una sola delle quali va disposta obbligatoriamente la rimozione del magistrato. (Nella specie, la S.C., nel confermare la pronuncia della sezione disciplinare, ha ritenuto che sussistessero due delle tre ipotesi previste dall'art. 12, comma 5, del d.lgs. n. 109 del 2006, avendo il magistrato riportato condanna penale alla pena di anni otto di reclusione, nonché l'interdizione perpetua dai pubblici uffici). (Rigetta, CONSIGLIO SUP.MAGISTRATURA ROMA, 14/11/2018